Confesercenti Pistoia, città della musica: dagli organi alle percussioni

Un percorso sensoriale con un pranzo tipico al ristorante Montuliveto Domenica 09 Ottobre 2022

Cosa ti aspetta:

  • Ascoltare il potente suono di due organi che si “fronteggiano” tra le pareti di una chiesa
  • Scoprire un museo di strumenti musicali antichi
  • Ascoltare e suonare strumenti a percussione provenienti da tutto il mondo e conoscere la storia della UFIP, fabbrica dei piatti musicali artigianali.
  • Pranzare all’interno di un’elegante serra liberty immersa nel verde di un parco cittadino

    Descrizione
    Pistoia è una città che vive di musica e melodia, e non è solo quella del Pistoia Blues. Dal XVIII secolo Pistoia diventa fulcro dell’arte organaria e vede, grazie alla presenza delle famiglie pistoiesi Agati e Tronci, la nascita di una scuola organara.
    Il nostro percorso di “Pistoia Città della musica” inizierà dalla chiesa di S. Ignazio di Loyola (detta anche dello Spirito Santo). Saremo qui accolti dal Maestro Don Umberto Pineschi che ci farà ascoltare la voce dei due prestigiosi organi Hermans del 1664 e Ghilardi del 2007 custoditi all’interno della chiesa. Il Maestro ci accompagnerà poi nella visita della collezione, aperta solitamente al pubblico solo su richiesta, di antichi e pregiati strumenti a tastiera (spinette, clavicembali, virginali, fortepiani) utilizzati dall’ Accademia Internazionale d’Organo e Musica Antica Giuseppe Gherardeschi per la sua attività didattica e concertistica.
    La nostra passeggiata nella musica proseguirà alla “Fondazione Luigi Tronci – Museo della musica e delle percussioni”. Qui scopriremo la storia della famiglia Tronci che dalla costruzione di organi, passò a quella di strumenti a percussione in bronzo per teatri, e grandi compositori come Mascagni e Puccini, per arrivare alla costruzione di piatti per le batterie (con la UFIP). Potremo poi immergerci nelle melodie di strumenti musicali provenienti da tutto il mondo, ascoltando le diverse sonorità, scoprendone le forme, le funzioni e provando anche a suonarli.
    Dopo questa full immersion musicale che ci stimolerà i sensi dell’udito, della vista e del tatto, sarà ora di passare al gusto. Continueremo la nostra passeggiata arrivando nel parco cittadino di Monteoliveto dove ci attenderà un pranzo tipico toscano preparato con prodotti locali all’interno dell’elegante serra a vetri del ristorante Montuliveto.

    Menù
    Antipasto: crostini neri toscani, farinata di cavolo nero, pappa al pomodoro.
    Primo: maltagliati all’anatra.
    Secondo: porchetta arrosto con le patate.
    Caffè.
    Verrà il tutto accompagnato dal vino Il Lupinello rosso (biologico di Vinci).

    Programma:
    Ore 09.30: ritrovo al centro di Piazza San Francesco, 51100 Pistoia, vicino alla fontana
    Ore 09.45 trasferimento a piedi alla Chiesa di S. Ignazio di Loyola in Piazza dello Spirito Santo, dove si terrà il concerto musicale con ascolto degli organi Hermans e Ghilardi e dei numerosi strumenti a tastiera dell’Accademia Gherardeschi.
    Ore 11.30 trasferimento alla Fondazione Luigi Tronci, Corso Gramsci 37, 51100 Pistoia
    Ore 13.00 trasferimento a piedi al ristorante Montuliveto, Via Pellegrino Antonini, Pistoia

    Costo evento: € 25,00 con prenotazione obbligatoria entro venerdì 7 ottobre 2022
    Per info e prenotazioni:
    Toscana Turismo & Congressi/Primavera Viaggi dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00 dal lunedì alla domenica tel. 3664091762, anche su whatsapp [email protected]

L’articolo Confesercenti Pistoia, città della musica: dagli organi alle percussioni proviene da Confesercenti Nazionale.

Tag
Condividi